Fisiatria

La Fisiatria (o più correttamente la Medicina Fisica e Riabilitativa) è una disciplina medico-specialistica e si rivolge ai pazienti che soffrano di difficoltà motorie, cognitive, sfinteriche, “disabilità” a causa delle più varie patologie, in particolare del sistema nervoso e del sistema muscolo-scheletrico.

La Fisiatria non si rivolge primariamente alla malattia-causa. Di regola la diagnosi e il trattamento farmacologico o chirurgico della malattia-causa sono principalmente di competenza di altri specialisti (neurologi, ortopedici, reumatologi, neurochirurghi). Piuttosto, la Fisiatria si occupa delle conseguenze funzionali delle malattie muscolo-scheletriche o nervose, ovvero delle difficoltà che esse creano alle attività della persona e al suo stato psicologico ed emotivo.

Di quali malattie si occupa?
I più frequenti problemi di competenza del fisiatra sono le difficoltà connesse a patologie del sistema muscolo-scheletrico: postumi di protesizzazione di anca o di ginocchio, lombosciatalgie, esiti di traumi, artrosi, malattie infiammatorie articolari. 
Di regola ancor più impegnativi sono i problemi posti da disturbi del linguaggio,  disturbi di deglutizione,  incontinenza vescicale, che possono seguire e/o accompagnare una lesione cerebrale, anche dopo l’eventuale trattamento neurochirurgico (per esempio ictus, sclerosi multipla, malattia di Parkinson, tumore o trauma cerebrale, malattie infiammatorie, vascolari, neoplastiche o traumatiche del midollo spinale).
Diagnosi e cure specialistiche
I La diagnosi fisiatrica riguarderà i meccanismi che portano a una certa disabilità di origine motoria, sfinterica o cognitiva, diversa in ciascuna persona anche a parità di diagnosi di malattia.
Le terapie fisiatriche, specifiche e personalizzate, saranno basate principalmente su forme di esercizio terapeutico e su  terapie fisiche (elettriche, magnetiche, termiche, meccaniche).
Lo specialista può avvalersi delle più varie diagnostiche strumentali e anche di terapie farmacologiche, sia generali (antibiotiche, ormonali, antidolorifiche) sia specificamente neuromotorie (per esempio, tossina botulinica per la spasticità).
Fisiatria e dolore
Il dolore cosiddetto “somatico” (per distinguerlo da quello primitivamente “viscerale”) è molto frequente fra postumi transitori e gli esiti permanenti di patologie dell’apparato muscolo-scheletrico e del sistema nervoso. Anche la diagnosi e la terapia di questo tipo di dolore, talvolta acuto ma più spesso cronico, rientra fra le competenze del Fisiatra. Ancora una volta il fisiatra userà non soltanto farmaci ma anche forme di esercizio terapeutico, manuale o meccanico,  e mezzi fisici (elettrici, magnetici, termici) specifici. Naturalmente, sarà molto frequente la collaborazione con altri specialisti, in particolare con Specialisti in Terapia del Dolore e Reumatologi.
Fisiatria e neuroriabilitazione
La Fisiatria è una disciplina unitaria ma è ormai comune parlare di Neuro-riabilitazione per l’insieme di procedure diagnostico-terapeutiche rivolte a pazienti con disabilità di origine neurologica, ovvero causate da lesione del sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale), del sistema nervoso periferico (radici spinali, plessi nervosi, nervi) ed anche causate da malattie genetiche o infiammatorie del muscolo (mio-distrofie, miositi).

Telefono

06 52 36 36 98

Posizione

Via Leonardo Mellano n. 8 (angolo via di Acilia)


00125 Acilia – Roma

Email

info@fisyolab.it

Orari

Dal Lunedì al Venerdì dalle 7.00 alle 20.00
Sabato dalle 7.00 alle 12.00