Magnetoterapia

La magnetoterapia è una forma di terapia fisica che si avvale di onde elettromagnetiche a bassa intensità e bassa frequenza per espletare numerosi effetti terapeutici

Questa è largamente impiegata, nel campo della riabilitazione, serve per accelerare il processo di riparazione di fratture, ferite, piaghe e migliorare il microcircolo.
Dal punto di vista biofisico, la magnetoterapia si basa sulla produzione di campi magnetici pulsati di bassa intensità e frequenza, i quali, incontrando la materia vivente, danno luogo a interazioni di tipo magnetomeccanico e magnetoelettrico.
Durante le sedute non si ha un aumento del calore locale, o comunque esso è contenuto nell’ambito di variazioni inferiori ai 0.5°C .

Effetti terapeutici

Esiste un certo grado di variabilità intra ed inter-individuale alla risposta al trattamento, dipendente dalle condizioni locali dell’area oggetto di trattamento e delle condizioni cliniche generali del paziente.

  • miglioramento della microcircolazione locale e conseguentemente della disponibilità di ossigeno per i tessuti
  • stimolo ai meccanismi riparativi epiteliali e connettivali
  • stimolo alla neoapposizione ossea e alla deposizione calcica
Le controindicazioni
  • pazienti portatori di pacemaker defibrillatori cardiaci impiantabili: la magnetoterapia è controindicata a causa di una possibile interferenza con tali dispositivi;
  • gravidanza: non è certo l’effetto sul feto dei campi magnetici;
  • minori di 18 anni: a causa della presenza di cartilagini in accrescimento;
  • presenza di mezzi di sintesi magnetizzabili;
  • tumori (es. tiroide ecc.);
  • infezioni in atto (es. tubercolosi).

Orari

Dal Lunedì al Venerdì dalle 7.00 alle 20.00
Sabato dalle 7.00 alle 12.00